Digital marketing

Mobile marketing: potenzialità, strategie e risorse per intercettare gli utenti digitali

19/02/2021

Cos’è il mobile marketing: le opportunità, i trend e le attività per una strategia mobile first

Fare marketing nel 2020 significa prevedere un rapporto osmotico tra online e offline. L’utente e le sue abitudini devono essere messe al centro e ogni piano deve prevedere touch point strategici che favoriscano l’interazione tra il mondo fisico e la realtà digitale. Ma per essere davvero user-oriented una strategia di web marketing deve essere di “mobile marketing” e quindi rendere mobile first  ogni canale di comunicazione. Se tutte queste parole ti confondono un po’ non scoraggiarti: alla fine di questo articolo avrai capito di cosa stiamo parlando e soprattutto perché dovrai farne tesoro.

Il mobile marketing vanta ormai un primato nel mondo digitale: la fruizione da device mobile ha superato quella da desktop. Secondo l’Osservatorio Mobile B2C Strategy del Politecnico di Milano, più di 34 milioni gli italiani si collegano quotidianamente dallo smartphone per circa 2 ore al giorno. Il 56% dei cosiddetti “mobile surfers” utilizza il dispositivo mobile per fare acquisti online; anz  il 40% di loro lo fa in movimento. Ma allora cos’è il mobile marketing?

Mobile marketing cos’è

Il Mobile Marketing abbraccia tutte le attività volte a promuovere prodotti e servizi sui dispositivi mobile come smartphone e tablet. Il mobile è l’unica modalità che può coprire tutte le fasi del funnel, arrivando ad influenzare anche le vendite in negozio. Infatti la grande potenzialità di queste tecnologie è rappresentata dalla possibilità di personalizzare e contestualizzare i singoli contenuti in rapporto all’utente finale. Un esempio in questo senso sono le campagne “drive to store”, che spingono le persone a recarsi in un punto vendita fisico.

Questa rivoluzione nelle abitudini dei consumatori è così concreta che anche i giganti del digitale si sono regolati di conseguenza. Lo stesso Google premia i siti web ottimizzati per essere fruiti da device mobili piuttosto che da desktop attraverso un mobile first index. Ma pensiamo anche a quanti nuovi modelli di business siano nati grazie alla tecnologia mobile, come i servizi di shared mobility e di delivery. 

Le opportunità del marketing mobile

Fin qui, numeri e esempi illustri ci hanno già lasciato intuire le prospettive future della comunicazione. Non si tratta solamente di traslare online le tradizionali dinamiche del marketing o dell’advertising. I device di cui stiamo parlando vanta peculiarità tecnologiche che lo rendono unico, stimolante, comodo e ingaggiante. Ma per fare ordine ed essere più consapevoli, possiamo dire che mediare la relazione tra la tua azienda e gli utenti attraverso il mobile sarà necessario per le seguenti ragioni:

  • la vasta schiera di “Mobile Surfer” e la consapevolezza dei loro comportamento online;
  • la pervasività̀ dell’impatto mobile in tutti i settori e in tutte le fasi del funnel;
  • user experience coinvolgenti e realizzabili solo grazie alle evoluzioni tecnologiche mobile, come realtà̀ aumentata, riconoscimento vocale, qr codes, ecc;
  • permette di intercettare nuovi clienti grazie alla prossimità fisica;
  • migliorare l’esperienza nel negozio;
  • creare una comunicazione più personalizzata e diretta tra brand e cliente volta ad una solida fidelizzazione;
  • inaugurare nuovi modelli di business.

Le fasi di una strategia mobile friendly

Attraverso lo smartphone è possibile intercettare il consumatore in ogni momento e luogo, accompagnandolo in tutte le fasi del processo d’acquisto. Possono quindi essere individuate cinque fasi nel flusso di una strategia di marketing mobile:

  • Pubblicità. Ovviamente i contenuti sponsorizzati sfruttano tutti i canali a disposizione, adattandosi al formato specifico per lo smartphone. In questa maniera verranno fruiti nella maniera corretta dagli utenti, in termini di dimensioni dello schermo e funzionalità del dispositivo.
  • Promozioni. Grazie alla disponibilità di dati, alla profilazione del target e alla possibilità di raggiungere gli utenti in prossimità, i brand possono ideare iniziative promozionali interattive o geolocalizzate accessibili da smartphone, magari realizzando volantini virtuali, coupon digitali o qr code.
  • Acquisti. Buona parte degli utenti smartphone sono anche e-shoppers. Anzi, la maggior parte degli acquisti sugli e-commerce o sulle app avviene da device. La conseguenza è che le aziende puntano ad esperienze sempre più complete, divertenti e utili per i propri consumatori, sviluppando customer journey nativamente mobile.
  • Pagamenti elettronici. Parallelamente agli acquisti online aumenta la disinvoltura con la quale gli utenti usano sistemi di pagamento digitali. Il mercato dei pagamenti elettronici si sta sviluppando sia in direzione di pagamenti di prossimità (Proximity Payment) che in quella delle transizioni da remoto (Remote Payment). Non dimentichiamo infatti ai nuovi modelli di business e alle numerose app che consentono di usufruire di servizi attraverso pochi clic.
  • Servizi. Non solo per svolgere acquisti: gli utenti eseguono anche altre attività da device. Di conseguenza i brand possono rafforzare la fidelizzazione dei clienti offrendo servizi di valore aggiuntivi o collaterali. Pensiamo alla possibilità di gestire operazioni bancarie, effettuare check-in o prenotare un tavolo.

Suggerimenti per strutturare una strategia di digital mobile marketing

Ma come strutturare una strategia di mobile marketing efficace? Ecco alcuni suggerimenti da seguire. 

  • Ideare infrastrutture e contenuti mobile first. Ideare siti o app per desktop e poi adattarli al mobile non solo è una perdita di tempo, ma anche un errore strategico;
  • Marketing basato sulla geolocalizzazione. Fornire annunci pertinenti per il pubblico di destinazione riduce la frequenza di rimbalzo e consente di sfruttare query legate ad interessi geolocalizzati. Questa tipologia di annunci sfrutta la modalità bluetooth.
  • Considerare la tecnologia dei dispositivi mobile e i contesti d’utilizzo. Le campagne per smartphone possono essere davvero coinvolgenti e destare l’attenzione dell’utente finale. Tuttavia bisogna considerare anche la varietà di situazioni nelle quali un utente usa lo smartphone. per dirne una, è buona norma sottotitolare i video perché spesso l’utente non ha la possibilità di tenere l’audio attivo.
  • Strategia di marketing per App e In-App Ads. Non solo la maggior parte dei “webnauti” lo fa da mobile: molti di loro usano le app. Ecco allora che non pui non prevedere la realizzazione di un’app utile, poco pesante e altamente intuitiva. La tua strategia di mobile marketing dovrà includere anche le attività di App Store Optimization per rendere la tua app facilmente trovabile. Anche nelle app è possibile far comparire annunci pubblicitari. Facebook è un grande esempio di questa attività pubblicitaria.
  • Gaming Ads. Puoi far comparire annunci sponsorizzati anche durante sessioni di videogaming. Pubblicità a immagine intera, banner pop-up o video visualizzati durante il caricamento delle schermate: è importante che non disturbino troppo l’attenzione degli utenti.
  • Posizionamento di QR-Code. Basta scansionare con la fotocamera dello smartphone questi codici a barre per essere reindirizzati al sito web o a specifiche landing page legate ad offerte e concorsi. Questa tecnologia costituisce uno dei migliori e più diffusi touch-point che che uniscono online e offline.
  • Banner mobile. Si tratta dei classici banner, ma realizzati per adeguarsi alle ristrette dimensioni degli schermi degli smartphone. A quanto pare, le ultime linee guida diffuse dai motori di ricerca suggeriscono di evitare banner troppo invasivi. 
  • SMS marketing. Potrebbe sembrare la strategia più vetusta, invece i marketers la considerano ancora una delle più efficaci per comunicare offerte e promozioni personalizzate. Ma se l’sms vi sa di passato, allora optate per la versione più contemporanea: WhatsApp for Business.

Queste sono le risorse messe a disposizione dalla tecnologia mobile: una miniera d’oro di possibilità per intercettare il tuo pubblico realizzando strategie omnichannel efficaci e stuzzicanti. Ovviamente per farlo dovresti affidarti ad un’agenzia professionale che sia esperta di comunicazione digitale a tutto tondo. Rekuest è la web agency di Roma che può fare al caso tuo grazie ad anni di esperienza, ma allo stesso tempo giovane e al passo con i tempi. Contattaci per elaborare insieme la strategia giusta!

Rekuest - Grass blue

Richiedi un preventivo gratuito

Vuoi sapere come lavoriamo e come far crescere il tuo business online? Chiedici come fare

E' necessario indicare il nome
E' necessario indicare un indirizzo e-mail
E' necessario indicare un recapito telefonico
E' necessario indicare un messaggio
Rekuest - White Plants