Social media

Come funziona TikTok per aziende

08/01/2021

Come funziona TikTok per aziende? Identikit degli utenti, contenuti di successo e modalità di engagement utili per la tua strategia di brand

Tiktok è oggi uno dei social network più popolari al mondo. Qui le persone registrano, visualizzano e condividono contenuti entrando a far parte di una community che conta oltre un miliardo di utenti. Tale social non costituisce più solamente una tendenza, ma una vera e propria piazza digitale in cui il tuo brand non solo deve essere presente, bensì mettersi in mostra. Ma come funziona tiktok per aziende? Come realizzare i contenuti? Su quali argomenti puntare? Come interagire con gli utenti e raggiungere il proprio target? Sono tutte domande lecite e anzi doverose nel momento in cui decidi di mettere piede in un luogo sconosciuto.

TikTok come funziona e le ragioni del successo

TikTok è una piattaforma dove ognuno può pubblicare momenti quotidiani sotto forma di video. Tale modalità di fruizione crea così tanto engagement da aver trasformato il social nel leader dell’intrattenimento digitale.

Su TikTok i contenuti dei brand non vengono saltati o ignorati, bensì mostrati organicamente nella home degli utenti. Il feed è infatti personalizzato attraverso algoritmi che comprendono gli interessi del singolo in base ai video visualizzati. Per popolare la propria home non è necessario seguire account o lasciare commenti, né tantomeno creare un account su Tiktok! Questa è la sua particolarità, la ragione della sua efficacia e della capillare diffusione. L’apprezzamento verso un contenuto sul social è invece dimostrato attraverso la realizzazione di una video-risposta che crea un’interazione originale, di estrema qualità e dalle incredibili potenzialità.

Come funziona TikTok per le aziende? Target e contenuti per capire se è adatto al tuo brand

Comunque, non devi approdare su TikTok perché è il social del momento, ma solo se promette una concreta utilità per la tua strategia di social media marketing. È sicuramente un canale digitale da considerare per la tua azienda, ma allo stesso tempo è da valutarne l’effettiva funzionalità rispetto al tuo obiettivo e al tuo target. Infatti si tratta di una piattaforma social il cui elemento distintivo sono i contenuti video, brevi, allegri e scanzonati che richiamano un target decisamente giovane tra i 16 e i 24 anni. Parliamo insomma della cosiddetta Generazione Zeta che costituisce il 60% degli utenti mensili. Contenuti leggeri, divertenti e creativi sono il dogma di questa piattaforma che la differenzia nettamente rispetto agli altri social network, dove domina lo scambio di notizie e informazioni che richiama target più adulti.

Avere questa consapevolezza è fondamentale per capire se TikTok possa essere un alleato nel raggiungere il tuo obiettivo. Se non esistono punti di contatto tra la filosofia di questo social network e i valori della tua azienda o se il tuo target di riferimento non si raduna in questa piazza, allora ti consigliamo di orientare la tua strategia digitale verso altri canali. Viceversa, se TikTok rappresenta un’opportunità interessante per intercettare nuovi clienti, indici subito un brainstorming per ideare contenuti creativi e coinvolgenti! Come fare? Vediamolo insieme.

Come usare TikTok e creare contenuti coinvolgenti per la tua strategia di brand

Se riesci a trovare un modo per coinvolgere gli utenti e incoraggiare la tua fan base a condividere video di sé stessi, magari utilizzando o interagendo con i tuoi prodotti, potresti davvero ottenere un elevato consenso da parte della community. Al momento le aziende possono sfruttare diverse modalità interessanti per creare engagement rispetto ai propri contenuti, dalle challenge agli hashtag personalizzati fino alla collaborazione con influencer.

Challenge

Una delle attività più popolari e di successo messa a disposizione da TikTok sono le challenge. In cosa consistono? Le aziende possono invitare gli iscritti a creare video ispirati a quelli pubblicati dal brand, condividendoli con un hashtag specifico. Per creare un sostanzioso coinvolgimento devi avere un buon seguito oppure ingaggiare influencer su TikTok che possano dare visibilità al tuo marchio. Le challenge sono divertenti ed efficaci perché invogliano l’utente a sprigionare la propria creatività, fanno sentire il brand più vicino ai consumatori e aiutano i suoi contenuti a diventare “virali”.
Una delle challenge più famose è stata quella di Guess, legata all’hashtag #InMyDenim, in cui l’azienda di moda incoraggiava gli utenti a creare video mentre indossavano i jeans della nuova collezione per poi sovrapporli al videoclip di “I’m A Mess”, della cantante americana Bebe Rexha.

User-generated content: gli UGC

Si tratta di video realizzati dagli utenti, in cui essi usano i tuoi prodotti in maniera originale. È una risorsa importante per tutte le aziende che offrono prodotti o servizi utilizzabili in maniera del tutto personale: i contenuti UGC possono infatti incrementare la tua brand awareness, magari in relazione ad un’offerta specifica. Anche per lanciare questa iniziativa potresti rivolgerti innanzitutto ad un influencer, se non godi ancora di ampio seguito su Tiktok.
Se stai valutando l’uso di TikTok nella tua strategia di web marketing vuol dire che come minimo hai già un sito web. In caso contrario devi sapere che rappresenta il primo passo per essere presenti online. Ora puoi realizzare un sito web gratis grazie la nostro servizio di hosting gratuito. In questo modo hai l’opportunità di provare tutti gli strumenti che ti mettiamo a disposizione, esattamente come fa TikTok. Alla fine valuterai il risultato e deciderai come gestire il tuo brand.

Partnership con influencer 

Se scegli di portare avanti una strategia di influenze marketing, dovresti lasciare loro la possibilità di creare il contenuto: sono loro i primi a sapere cosa piace ai follower. Attenzione: la scelta dell’influencer va ben ponderata. Infatti, tentare di far promuovere ad un influencer un prodotto che obiettivamente non userebbe mai nella sua vita quotidiana aiuta la strategia, anzi potrebbe essere controproducente.

Attività a pagamento 

Oltre alla pubblicazione organica, sono possibili diverse strategie a pagamento. Tra queste ci sono:

  • brand takeover: annunci inseriti nel flusso di navigazione in esclusiva (un solo brand al giorno);
  • video nativo in-feed: video di massimo 15 secondi che possono essere saltati e mostrati nella sezione “per te”;
  • hashtag challenge: sponsorizzabili per generare brand awareness;
  • brand lenses: filtri personalizzati che gli utenti possono utilizzare a proprio piacimento.

Se stai valutando di inserire TikTok nella tua strategia di web marketing, probabilmente hai già un sito web. Se così non è però, sappi che un sito rappresenta il primo passo per essere presenti online: è al sito che reindirizzerai gli utenti su TikTok, è sul sito che riuscirai a tracciare i comportamenti dei clienti.T

Rekuest - Grass blue

Bisogno di aiuto?

Hai bisogno di supporto per il tuo progetto digitale? Chiedici una consulenza gratuita o chiama lo 06.45432090

E' necessario indicare il nome
E' necessario indicare un indirizzo e-mail
E' necessario indicare un recapito telefonico
E' necessario indicare un messaggio
Rekuest - White Plants