Instagram e Snapchat insidiano Facebook

Rekuest_Instagram e Snapchat

La guerra delle immagini

Il mondo di internet, si sa, per definizione è in continua evoluzione. Ad esempio, negli ultimi mesi, si è manifestata con tutta la sua forza una tendenza nell’utilizzo dei social network che da qualche anno era rimasta latente: Instagram e Snapchat stanno insediando di Facebook come social network più utilizzato e lo stanno facendo a partire dai più giovani, non solo adolescenti, ma anche bambini e bambine che non hanno ancora compiuto 11 anni.

Non è infatti una novità che le immagini stanno diventando il contenuto per eccellenza nell’utilizzo dei social network: meme, gif, video in diretta, storie, foto e infografiche nel corso del tempo hanno surclassato i contenuti testuali, che ormai sopravvivono quasi esclusivamente sotto forma di link con le note che sono un ricordo del passato e sopravvivono alla stregua di animali in via d’estinzione. In questa guerra delle immagini sono due i social network che si contendono la vittoria finale: Snapchat e Instagram. Il primo è nato proponendo la condivisione privata di immagini che scomparivano dopo la visione, il secondo è entrato nel mercato emulando la fotografia analogica, per poi evolversi entrambi fino alle più recenti Stories. In questa contesa Facebook ha ovviamente giocato un ruolo fondamentale, acquistando Instagram dopo il gran rifiuto dello stesso Snapchat; ma, come sappiamo, la storia è imprevedibile e ora i due social network delle immagini stanno lanciando l’assalto al colosso di Menlo Park.

Rekuest_Instagram e Snapchat 2

Instagram e Snapchat dati alla mano

La crescita di Instagram e Snapchat è ancora più significativa se si analizzano le fasce d’età degli utenti e le prospettive future.

Sul primo punto, mentre Facebook nell’ultimo anno ha fatto registrare un aumento dei suoi iscritti di 2,4 punti percentuali al mese, il numero di utenti tra i 12 e i 17 anni è diminuito del 4% circa il doppio del crollo del 2016 (2,1%). Tutto un altro trend per Snapchat che, nonostante le difficoltà emerse con l’introduzione delle Instagram Stories, nel 2017 negli USA è cresciuto dell’8% e addirittura del 19,2% nella fascia 18-24 anni, tanto che prevede di superare sia Facebook che Instagram tra gli utenti che hanno dai 12 ai 24 anni. Stesso discorso per Instagram che, sebbene abbia un numero di iscritti nella fascia 12-17 anni molto inferiore a quello di Facebook e Snapchat, prevede un incremento del 23,8% non solo in questa fascia d’età, ma anche tra i giovanissimi under 12.

Questi dati rispecchiano anche una percezione di natura sociale più che tecnologica: sta crescendo una generazione di bambini e bambine i cui genitori sono su Facebook da prima della loro nascita. C’è da stupirsi che vogliano cambiare aria?